Pavimento in legno composito: la soluzione ideale per un ristorante

pavimento in legno composito ristoranti

Sempre più utilizzato dai locali che vogliono unire funzionalità e design

 Il pavimento in legno composito non è più off limits nemmeno per i locali commerciali dove c’è un passaggio continuo e dove il rischio di macchie è molto elevato.

Ecolegno è infatti un tipo di legno composito che può benissimo essere impiegato anche per ristoranti e locali: resiste ad carichi pesanti, non si rovina col calore o l’umidità, non si scheggia e non si rovina col tempo. Oltre ad essere molto funzionale, Ecolegno riproduce perfettamente l’effetto del legno naturale e può essere scelto per regalare un tocco elegante a pareti, pavimenti o esterni dei ristoranti che lo scelgono.

Pavimento in legno composito al ristorante

Quando si va a mangiare fuori, la priorità è trovarsi in un luogo accogliente dove potersi rilassare e godersi un buon pasto. L’idea di portare un po’ di natura all’interno di un ristorante, scegliendo un pavimento in Ecolegno, è sicuramente un buon modo per far sentire i clienti a loro agio.

Ne esistono quattro colori che possono essere abbinati agli arredi e scelti in diverse finiture a seconda dello stile che volete creare all’interno del vostro locale. Meglio comunque restare sui colori scuri, come il caffè o il grigio scuro, perché il rischio che qualcosa venga rovesciato a terra è dietro l’angolo e le macchie sono meno evidenti su un pavimento scuro.

Il pavimento in legno composito all’esterno

Se il vostro ristorante dispone di uno spazio esterno è opportuno che questo mantenga lo stesso stile degli interni, creando una continuità che non farà andare i clienti in confusione. Se avete scelto un pavimento interno in legno composito, potete quindi fare la stessa scelta per la pavimentazione esterna, le pareti e qualunque copertura abbiate progettato.

Il pavimento dovrà essere rigorosamente dello stesso colore e finitura di quello interno. Per quanto riguarda il rivestimento verticale, sia che si tratti di una terrazza sia che dobbiate rivestire una parete dell’edificio oppure creare una recinzione, potete anche creare un contrasto di colore: il filo conduttore sarà il legno composito oltre che gli arredi. Se poi prevedete una copertura come un gazebo o un pergolato , fate in modo di non andare oltre i due colori e le due finiture; tre diverse tonalità di legno sarebbero davvero troppo.

Lasciare tutto dello stesso colore, oltre ad essere una scelta di stile sobria e chic, vi consente anche di essere più liberi nella scelta degli arredi e degli accessori. Potete personalizzare i cuscini delle sedie e dei divani, le tovaglie e i tovaglioli ma anche elementi più importanti come la copertura del gazebo o del pergolato in Ecolegno: dal telo bianco o in iuta alle stuoie di bambù, tutto deve avere un senso ed essere in qualche modo integrato col resto.

 


«